Autocondizionamento Emotivo

Riceviamo e pubblichiamo una mail inviataci da un nostro lettore che vuole rimanere anonimo e inauguriamo una nuova sezione: “A voi la parola” in cui siete voi ad inviarci contenuti: opinioni, riflessioni, consigli, idee e quant’altro. Ogni contenuto verrà moderato dalla redazione prima di venir pubblicato. Per saperne di più: A voi la parola >>

Ed ora vi lascio a questa simpatica riflessione:

Al giorno d’oggi tutto corre più velocemente che rispetto al passato(Era meglio quando stavamo peggio? …forse si!), le auto, le persone, la produttività, i ritmi, i bioritmi e tutto questo comporta una frenesia generalizzata e incontrollabile; frenesia che spesso porta al nervosismo!
Nervosismo nelle scuole, nervosismo in auto, nervosismo sul posto di lavoro, nervosismo che provoca solo del male a noi stessi e agli altri!
Ovviamente il mondo non lo possiamo cambiare… però potremmo provare a cambiare noi stessi, a cambiare nel modo in cui ci rapportiamo ad esso. Sembra stupido lo sò ma vi riporto un classico esempio “da manuale”:

(continua dopo il salto)



– vedete in lontananza alla fermata dell’autobus un mezzo che si ferma per far salire gente, voi correte a più non posso ma quando arrivate lì il bus riparte lasciandovi letteralmente… di me**a! A questo punto voi che fate: urlate, sbraitate vi incaz*ate col mondo e col fatto che tutto và sempre come NON dovrebbe andare… SBAGLIATISSIMO!!! questo è un classico caso in cui dovete farvi forza e cercare di pensare POSITIVO. Potete autoconvincervi che su quel pullman c’erano sicuramente persone che non avreste voluto incontrare, oppure che l’autista non è per niente simpatico e che sul prossimo mezzo che prenderete ce ne sarà sicuramente uno più carino e divertente!
Lo sò probabilmente detta così il discorso vi sarà sembrato ancora più stupido di quanto avevate pensato prima di iniziare a leggere… se la pensate così potete benissimo non continuare a leggere dato che molto probabilmente farò altri esempi del genere più avanti!

(In quanti siamo rimasti?!?)

Quello lì sopra è quello che IO definisco autocondizionamento emotivo (si lo ammetto mi piace usare certi termini che reputo fichi… mi piace e li uso!).
Come tutti ben sappiamo la mente influisce attivamente sul corpo, ma forse non tutti sanno che anche il corpo ha un ruolo fondamentale nell’influenzare l’emotività!

Tecnica 1:
Mettetevi sul letto o sul divano in una posizione comoda e contraete i muscoli facciali e della bocca al fine di comporre la classica forma della bocca a U tipica di una persona che sta sorridendo… che sentite? In molte persone questo semplice esercizio fà provare una strana sensazione POSITIVA, quasi felicità… sensazione spiegata dal fatto che il cervello associa a quella postura facciale emozioni piacevoli e così come quando proviamo emozioni piacevoli contraiamo la faccia e sorridiamo anche sorridendo inviamo al cervello emozioni piacevoli!

Tecnica 2:
Questa in effetti non è proprio una tecnica ma una cosa che ho provato e che vi assicuro mi ha fatto pensare!
Qualche giorno fà mi è capitato di parlare al telefono con un mio amico e per fare il COniGLIONE l’ho chiamato con un nomignolo che sò benissimo che lo infastidisce a morte e poi mi sono messo a ridere (forzatamente) a squarciagola! Bhè, se inizialmente la risata era forzata e chiaramente irreale, dopo pochi secondi sentivo dentro di me nascere qualcosa che mi portava a ridere di gusto e senza costrizioni… e cosa ancora più incredibile anche il mio amico dall’altra parte della cornetta s’è messo a ridere(lui probabilmente per assecondare il pazzo…). Questa storia ovviamente era solo a titolo informativo, adesso non è che vi posso chiedere di mettervi a ridere se qualcuno vi dice “Ciao” per verificare che da una risata forzata può nascerne una vera e gratificante… se no sul serio vi prendono per pazzi e vi rinchiudono!



Altre occasioni comuni in cui il corpo stimola positivamente la mente sono per esempio il fare SPORT!
Fare una corsetta in un parco o in campagna o meglio ancora in montagna ha dei seri e indubbi vantaggi sul fisico ma altrettanti ne ha sulla mente:

  1. Mens sana in corpore sano
  2. durante l’espletamento di un (intensa) attività fisica il cervello adotta dei meccanismi auto-riparatori a livello neuronale
  3. durante l’espletamento di un (intensa) attività fisica liberiamo la mente dai pensieri che ogni giorno ci pesano addosso come macigni
  4. il terriccio contiene dei batteri che se inspirati hanno degli effetti positivi sull’umore agendo come antidepressivi stimolando la produzione di serotonina (http://www.medicalnewstoday.com/articles/66840.php)

Contenuto inviato da un lettore anonimo per la sezione: “A Voi la Parola“.



Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *