Palestra, gli errori più comuni da evitare

Attività fisica (palestra)

Per iscriversi in una palestra e frequentarla con buoni risultati, non occorre essere degli atleti di lungo corso né dei body builder esperti. Qualsiasi persona, anche chi non si è mai dedicato all’attività fisica oppure si sente un po’ “arrugginito” perché non pratica sport da anni, può trarre notevoli benefici dagli allenamenti, a patto però di evitare quei piccoli errori che possono compromettere il raggiungimento dei propri scopi e indurre ad abbandonare la palestra prematuramente.
In questo articolo, forniremo suggerimenti rivolti in particolare ai neofiti, ma che possono tornare utili anche a chi invece frequenta da tempo una palestra e vorrebbe rendere il proprio training più efficace.


  • Il primo errore da evitare consiste nell’iscriversi in palestra senza avere degli obiettivi precisi in mente. I vostri propositi possono essere svariati: perdere peso, tonificare la muscolatura o anche voler fare del movimento in generale. Proporsi degli obiettivi chiari e concreti risulta indispensabile anche per poterli comunicare al vostro istruttore che, in questo modo, potrà proporvi un allenamento finalizzato all’ottenimento degli scopi prefissi.
  • Una volta che il trainer avrà predisposto la scheda di lavoro, dovrete attenervi alla stessa in modo scrupoloso. Dunque, il secondo errore consiste nel non seguire il programma di lavoro, dedicandosi solo agli esercizi che si svolgono con piacere ed evitando, invece, quelli che percepiamo come noiosi e faticosi. Essenziale, inoltre, rispettare i tempi di recupero tra una serie di ripetizioni e l’altra e non decidere di aumentare o diminuire arbitrariamente il numero delle stesse.
    Se si ignora il programma di lavoro, l’allenamento risulterà incompleto, allontanando il raggiungimento dei nostri obiettivi.
  • Terzo errore in cui si potrebbe incappare è rappresentato dal non tenere conto dei propri limiti, andando in palestra più spesso rispetto alle due o tre volte a settimana suggerite da tutti gli esperti, oppure facendo sforzi enormi per sollevare pesi eccessivi, magari per entrare in competizione con le altre persone che frequentano la palestra. Simili comportamenti risultano dannosi perché il rischio è quello di sovraccaricare i muscoli e andare incontro a infortuni che potrebbero mettere fine anzitempo alla nostra esperienza in palestra.
  • Un quarto possibile errore consiste nel non eseguire gli esercizi nel modo corretto, tenendo una postura inadeguata ed eseguendo i movimenti in maniera non idonea. Per questo motivo, prima di iniziare un esercizio nuovo, è buona norma rivolgersi all’istruttore per farsi mostrare postura iniziale e finale e modalità di esecuzione dei movimenti. Successivamente, è preferibile praticare gli esercizi davanti a uno specchio, così da poter verificare personalmente se i movimenti sono conformi a quelli che l’istruttore ci ha indicato.
  • Quinto errore: svolgere il vostro training a stomaco vuoto, pensando che l’accoppiata “pasto saltato + allenamento” vi consenta di dimagrire più alla svelta. Scelta poco saggia, in quanto, senza aver ingerito una buona quantità di carboidrati e di proteine, vi sentirete scarichi e non avrete le energie sufficienti per portare a termine gli esercizi. D’altro canto, il fatto di frequentare una palestra non vi autorizza a mangiare tutto quello che preferite, senza limiti, nella convinzione che l’attività fisica vi consentirà di smaltire immediatamente le calorie extra accumulate. La vostra alimentazione deve essere sana ed equilibrata. Se state seguendo una dieta, parlatene al vostro istruttore; allo stesso tempo, comunicate al vostro dietologo che frequentate una palestra, in modo da poter trovare una soluzione bilanciata tra alimentazione e scheda di lavoro.

  • Il sesto errore consiste nell’iniziare ad allenarsi senza un adeguato riscaldamento e tornare negli spogliatoi senza prima aver praticato dello stretching. Il riscaldamento è indispensabile per evitare il rischio di infortuni (stiramenti e strappi sono i più comuni). Quindi, prima di dirigervi verso gli attrezzi, non dimenticate di dedicare dieci minuti alla cyclette o al tapis roulant. Allo stesso modo, quando avete terminato i vostri esercizi, è sempre opportuno allungare i muscoli impegnati durante il training per permettere loro di recuperare elasticità e liberarsi dell’acido lattico accumulato nel corso dell’allenamento.
  • Errore numero sette: trascurare eventuali dolori, che potrebbero segnalare la presenza di problemi di tipo articolare o muscolare. In casi simili, interrompete l’esercizio e prendete una pausa. Se il dolore si dovesse ripresentare, bisogna interrompere l’allenamento per non peggiorare la situazione.
  • L’ottavo e ultimo errore è rappresentato dal fatto di trascurare la reintegrazione dei liquidi persi attraverso la sudorazione. Dunque, portate sempre con voi una bottiglietta d’acqua e assumete bevande contenenti sodio e glucosio, così da favorire l’assorbimento dell’acqua da parte dei tessuti.

Di Giuseppe Iorio



You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *