Nicotina, favorisce lo sviluppo della dipendenza da alcol

Smettere di Fumare

Sigarette e alcol, due elementi la cui relazione è abbastanza nota a qualsiasi fumatore che, in caso di serata ad alta gradazione alcolica, si accorge di avere la tendenza a fumare di più e a voler bere un altro goccio dopo ogni sigaretta.
La relazione tra le due poco salutari abitudini è stata indagata da numerose ricerche scientifiche, l’ultima delle quali è stata pubblicata poche settimane fa sulla rivista “Journal of Neuroscienze”.
Secondo gli studiosi dello Scripps Research Institute, con sede a La Jolla in California, la sostanza chiave della relazione tra fumo e consumo di alcolici è la nicotina, che agisce sul circuito della ricompensa, favorendo in tal modo il manifestarsi della dipendenza da alcol.


Gli autori dello studio sono giunti a queste conclusioni dopo aver effettuato una serie di test su alcuni topi maschi, divisi in due gruppi. Allo scopo di indurre nei roditori una forma di dipendenza, ai due gruppi sono stati fatti inalare, rispettivamente, solo vapori alcolici oppure vapori alcolici ed estratti di nicotina.
La dipendenza da alcol si è manifestata in entrambi i gruppi di roditori, che sono arrivati a bere un quantitativo di alcolici equivalente a quello presente in sei lattina di birra. Con una sostanziale differenza: nei topi che hanno inalato solo vapori, la dipendenza si è sviluppata nel giro di due mesi, mentre in quelli che hanno inalato sia vapori alcolici che nicotina, la dipendenza si è manifestata in sole tre settimane.
Inoltre, questo secondo gruppo di topi ha mostrato anche una maggiore determinazione nel consumo di alcol, una dipendenza più radicata e difficile da abbandonare. Difatti, quando alle bevande alcoliche somministrate loro è stata aggiunta una sostanza amara, i roditori che avevano inalato i soli vapori rinunciavano rapidamente a bere, mentre quelli esposti sia ai vapori alcolici che alla nicotina non si lasciavano scoraggiare dal gusto sgradevole delle bevande.


“È interessante notare”, afferma, il dottor Oliver George, autore principale dello studio, “che le aree neurali attivate da nicotina ed alcool insieme, ossia il nucleus accumbens, la corteccia prefrontale ventromediale, e l’amigdala, sono diverse dai neuroni attivati da ciascuna sostanza da sola”.
Dunque, lo studio ha dimostrato che, combinando insieme nicotina e alcol, i neuroni presenti nell’area della ricompensa vengono stimolati in modo completamente differente rispetto a quanto non facciano invece le due sostanze separatamente.
E la nicotina ostacola la disintossicazione perché accentua il desiderio di alcol. Un fenomeno che, secondo gli esperti, si verifica in particolare nelle donne con il vizio del fumo, anche se le ragioni di questo più marcato effetto nel gentil sesso non sono ancora chiare.

di Giuseppe Iorio



You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *